“Sharing nudes”: sharing i-s-caring

Qualche giorno fa, nelle mie storie su Instagram, ho proposto a chi mi segue di inviarmi una foto di nudo. L’intento era ritrarsi come preferiva: l’unica limitazione era data dalla censura del social, che ha minacciato di chiudermi l’account nonostante avessi meticolosamente coperto le parti incriminate (la linea divisoria delle natiche, piselli mosci o in tiro, capezzoli femminili, vulve). Così ho pensato che era ridicolo tutto quello che stavamo facendo: volevo dare loro la possibilità di essere liberi ma coprendo quello che desideravano scoprire.
Inverosimile.
Ho quindi deciso di creare una sezione su agit-porn che sia dedicata alla voglia di ciascun* di mostrarsi senza remore, giudizi, paura. Ci sono due vincoli:

  1. nessuna censura (paradossalmente tutelo l’anonimato: chi invia foto con viso censurato, può partecipare);
  2. nessun atto sessuale esplicito; non per pudore ma perché vorrei che il corpo fosse libero di essere mostrato al di là del sesso.

Il mio desiderio è che “Sharing nudes” sia popolare, nel senso “del popolo”. Pubblicherò tutto, perché vorrei che fosse accogliente e verace come una trattoria. Voglio che sia un progetto di tutte le persone che partecipano, così come sono, senza vincoli estetici, stilistici. Non mi interessa che sia un progetto bello come i locali hipster di Milano, voglio che sia vero, toccante.
Non è nouvelle cousine, è la carbonara col guanciale prima dell’avvento dei programmi di cucina su tutti i canali televisivi.

Sharing is caring.
Sharing is scaring.
La condivisione è prendersi cura.
La condivisione fa paura.
Che ne dite se ci spogliamo della seconda per mettere in atto la prima?

Regole per partecipare:

  • preferibilmente un autoscatto del corpo nudo, sia esso a figura intera che un parziale;
  • se volete pubblicare i genitali, il seno o il sedere, che siano visibili e non coperti da mani, biancheria, oggetti, altrimenti scegliete parti che preferite mostrare liberamente;
  • una sola foto a persona;
  • la foto deve essere nominata Sharing_Nudes_nome/pseudonimo/anonim*;
  • nell’oggetto indicare “Sharing nudes” – nome vero, pseudonimo, anonim*;
  • inviare l’email a new.agit.porn@gmail.com

Le sottoscrizioni che non rispetteranno le suddette regole non saranno prese in considerazione.
Il progetto è permanente e ogni settimana verranno aggiunte le foto di quella precedente.

Vi aspetto con gioia e curiosità e vi ringrazio per la fiducia.

agit-porn

Sharing Nudes – Icu

Claudia Ska

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Un pensiero su ““Sharing nudes”: sharing i-s-caring

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...