Cronache di una bottom stanca – Nuova modalità kinky sbloccata

Maggio è ormai alle spalle. Non so se lo sai ma è il mese della masturbazione. Non ti preoccupare, non sono qui per dirti come infilare le cose nel culo e non è mia intenzione parlarti del nuovo tecnologico vibratore che ti prepara il caffè mentre stimoli l’ano. Sono qui a dirti che nonostante una cervicalgia, dolori vari ed eventuali e l’estrazione di un dente, ho comunque continuato a eiaculare con piacere.

La Gacta - autoscatto

La Gacta – autoscatto

Per un’intera settimana ho condiviso gioie, dolori e orgasmi con un collare di Zimmer, il classico collare che ti mettono dopo un tamponamento in auto, per intenderci. Abbiamo trascorso sette giorni insieme, devo dire anche particolarmente memorabili.

Avete mai provato a fare un bocchino con un dispositivo ortopedico dell’area cervicale? Può sembrare una barzelletta ma mi ha insegnato più lui che  che una lezione gratuita di CrossFit. Non è stato tutto rose e fiori, il dolore alla cervicale è forse uno dei più fastidiosi al mondo, limita i movimenti, causa dei gran mal di testa e a volte non ti fa proprio dormire.

Questo mi ha impedito di infilare le mani nelle mutande? Ovviamente no, non solo nelle mie, ma anche nelle mutande di altre persone. D’altronde come dice il proverbio? “Se la vita ti offre limoni, tu fatti una cavalcata”… O forse non era proprio così?
Devo ringraziare il mio collier da cervicale perché grazie a lui ho rispolverato la mia collezione di sex toys,  sono stati utilissimi per gli orgasmi di questo periodo. Ho riutilizzato alcuni dei miei giochini preferiti e ho avuto modo di provare quelli nuovi, fosse per me li inserirei nei programmi riabilitativi di tutto il mondo.  Trovare una posizione comoda per trastullarmi non è stato per niente facile, specialmente non potendo girare la testa per controllare se la cosa dura che stavo toccando era il mio pene, il suo o la maniglia della porta.

La Gacta - autoscatto

La Gacta – autoscatto

In ogni caso non solo masturbazione, questa esperienza mi ha insegnato qualcosa di nuovo: il cast fetish, ossia l’ eccitazione per calchi o comunque per una persona che indossa prodotti sanitari ortopedici, nuova modalità kinky sbloccata. Le persone con questo feticcio sono spesso eccitate dalla sensazione di un’ingessatura sul proprio corpo o nel vedere altri individui che ne indossano una.

La maggioranza delle persone caster non è eccitata dal dolore nel farsi male ma dalla vera e propria estetica del gesso e delle restrizioni che causa nel movimento. Non serve necessariamente praticarla, anche solo guardare video di persone immobilizzate da dispositivi ortopedici va benissimo. Come tutte le comunità online ci sono persone  legate da questo feticcio che interagiscono scambiandosi foto, discutendo sui dettagli dei materiali usati o sul colore, ma anche sulla preferenza per le parti del corpo interessate. E chi sono io per non approfittare del mio collo bloccato per provare qualcosa di nuovo?

La Gacta in cam

La Gacta in cam

Ci si può divertire guardando un semplice video con individui che indossano un calco o un gesso, anche in scenari non sessuali. Provate a pensarci: avete mai inserito delle dinamiche di ruolo nei vostri incontri sessuali? Senza saperlo potreste aver il gioco del cast fetish: medico-paziente, master-slave, giochi BDSM e via dicendo. Insomma anche un collarino da cervicale alla fine mi ha  insegnato che si possono sperimentare sempre nuovi modi per trovarsi sexy. E poi dicono che con il porno non si impara mai niente!

 

La Gacta

One thought on “Cronache di una bottom stanca – Nuova modalità kinky sbloccata

  1. beh ,direi che in quanto a bdsm—-nel caso in cui ci siano evenutali traumi fisici…
    si possono usare pure quelli….il classico mettere il dito nella piaga in modo proproi fisico….quando stai per godere…un po di vero dolore…;DDDD
    ti auguro una rapida guarigione e complimenti per la capacità di adattarsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *